MOOC Contest da 250.000 euro. Inizia la voting phase.

Tanti i professori italiani in gara, dai più svariati atenei

Berlino. 10.05.2013. Si apre la votazione online per eleggere i vincitori del MOOC contest di iversity, che premierà dieci tra i professori partecipanti con un budget complessivo di*250.000 euro*, per la produzione di Massive Online Open Courses (MOOCs), per gli studenti europei e di tutto il mondo.

La startup tedesca iversity, insieme ad prestigiosa fondazione accademica (Stifterverband fuer die Deutsche Wissenschaft), ha lanciato il contest circa un mese fa. Tra l'11 Marzo e il 30 Aprile, singoli professori e team di accademic povenienti da oltre 20 paesi, tra cui molti italiani, hanno presentato le loro video-proposte online per un MOOC.

Tra gli italiani partecipanti, anche nomi illustri come quello del Prof. Paul Ginsborg. “E’ fondamentale che l’Italia non si lasci sfuggire le potenzialità che la tecnologia informatica può offrire a vantaggio dell’istruzione universitaria. Il fenomeno dei MOOCs, di recente approdato anche in Europa, è una grande occasione per le nostre università, l’occasione di migliorare la qualità dell’offerta formativa e giocare un ruolo di punta nel panorama europeo dell’educazione””, ha dichiarato il Prof. Ginsborg. Tante anche le università italiane rappresentate: Firenze, Siena, Perugia, Napoli, Bologna l’Accademia di Belle Arti Abadir, la Cà Foscari di Venezia, l’Università della Calabria, la Sissa di Trieste.

Chiunque può avere accesso alla votazione e supportare le proposte che crede meritino di essere finanziate. La votazione online sarà aperta fino al 22 Maggio, e i risultati verranno poi sottoposti all'esame di una giuria, che sceglierà i vincitori a Giugno. La giuria è composta da importanti accademici ed esperti, tra cui anche un professore che ha già tenuto un corso per Udacity.

Tra i competitori, professori provenienti dalle più rinomate università del mondo,come l'Università della California, Berkley, NY,Cambridge, Columbia, LMU e TU di Munich, Heidelberg, le università berlinesi Freie e Humboldt e la RWTH di Aachen.

"Il contest è stato accolto con pieno entusiasmo. La digitalizzazione dell'educazione universitaria è in pieno sviluppo. Le proposte presentate dimostrano che i MOOCs possono essere molto più che uno strumento addizionale all'educazione così come la conosciamo oggi. Si tratta di strumenti rivoluzionari. Questo successo è la prova che l'e-learning è un argomento tutt'altro che secondario, e non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa. Il mondo accademico italiano poi, ha reagito con particolare entusiasmo alla nostra proposta di rinnovamento. Molte validissime candidature arrivano dal Bel Paese" ha dichiarato Jonas Liepmann, fondatore iversity.

Il MOOC contest si propone di incentivare la produzione di corsi online gratuiti e aperti al grande pubblico. “In Italia il sistema universitario avrebbe molto da guadagnare nello sviluppo consistente del sistema MOOC, corsi online gratuiti di alta qualita e permetterebbe, d'altro canto di far conoscere a livello internazionale, le tante eccellenze presenti” - ha dichiarato il Prof. Salucci (SISSA), altro candidato eccellente della Fellowship. Insieme al premio in denaro, i vincitori avranno diritto al supporto del team di iversity durante la produzione dei corsi. I vincitori saranno annunciati a Giugno, e i primi corsi saranno online su www.iversity.org gia' a partire dal prossimo Ottobre.

Contatti

iversity GmbH Manuela Verduci Responsabile italiana del progetto m.verduci@iversity.org Telefono tedesco: 0049 157 81 87 88 43 Telefono italiano 347 4114 656