Mira Mocan

Mira Mocan, nata a Cluj Napoca (Romania), insegna Filologia romanza all´Università Roma Tre e all'Università della Svizzera italiana. Ha studiato nell’Università «La Sapienza» di Roma, dove ha conseguito il dottorato di ricerca, e nella «Albert-Ludwigs-Universität» di Freiburg i. Br.

I suoi ambiti di ricerca si concentrano sulla letteratura provenzale e italiana delle origini – in particolare in relazione alla tradizione mediolatina e alla riflessione filosofica medioevale –, sulle fonti teologiche dell’opera di Dante e sul lessico artistico del Due-Trecento.

Ha curato l’edizione romena dell’Inferno di Dante nella traduzione di Marian Papahagi (Dante Alighieri, Divina Comedie. Infernul, traduzione di Marian Papahagi, edizione e commento a cura di Mira Mocan, Bucureşti, Humanitas, 2012).

Collabora alla redazione e alla revisione dell’antologia: C. Bologna – P. Rocchi, Rosa fresca aulentissima, 7 voll., Torino, Loescher, 2010 (e successive edizioni).

Ha vinto il premio del Centro di studi storico-letterari per la tesi di dottorato La presenza di Riccardo di San Vittore nella «Commedia» nel 2007 e il Premio “Marian Papahagi” nel 2010.